General

Trapani area By Bus

Discover the wonders of the western coast of Sicily! A fascinating and unique transport service that connects the cities of Trapani and Marsala along the famous “Salt Trail”. In one day and at an affordable price you can visit all the beautiful stages of the Salt Trail: the enchantment of the sea, the miracle of sea salt, the local “white gold” from the Salt Pans, now turned into a nature reserve, the other nature reserve of the Stagnone lagoon, Trapani and Paceco, the island of Mothia and the glorious tradition of Marsala wine, one of the world’s finest fortified wines. This is going to be the picturesque background to our tours! Daily connections.

San Vito Lo Capo – Zingaro By Bus. The easiest way to make a trip to San Vito Lo Capo. With its white beach, San Vito is every summer a popular destination for tourists and visitors. Of particular importance is the main church dedicated to the patron saint of the city, dating back to the thirteenth century, around which the whole town has developed over the centuries. The Zingaro Nature Reserve with its 4000 acres and 4 miles of coastline is a real natural paradise, offering breathtaking views, lush Mediterranean vegetation and is home to many protected species

 

Share

Available departures

Unfortunately, no places are available on this tour at the moment

Erice

Erice

Erice  a charming medieval village

There are natural paintings that remain etched in your memory forever. Erice is a wonderful medieval village in Sicily, perched on a cliff 750 meters above sea level, nestled in the beauty of a breathtaking landscape: blue sky tinged with white tufts and endless sea. I have a thing with medieval villages, because they make me think about the charm of history. Erice is one of my favourite medieval villages in Sicily together with Castelmola and Taormina.

La cittadina è posta sulla vetta di un monte isolato, all’estremità nord occidentale della Sicilia, e dista 15 km da Trapani.
A 750 m. sul livello del mare, Erice si trova in una splendida posizione panoramica e nelle giornate limpide è possibile individuare l’Etna all’orizzonte: la città si è affermata ormai come una delle principali mete turistiche siciliane.

Il clima è tipicamente mediterraneo, ma, in considerazione dell’altitudine, è particolarmente freddo in inverno, quando non è insolito che la città e l’intera cima del monte siano avvolti in un fitto strato di nebbia; in estate diventa piacevole, ma è sempre bene portare con sé un maglione.
A Erice ha sede il Centro di Cultura Scientifica “Ettore Majorana” che, fondato nel 1963, è un importante catalizzatore di iniziative culturali per la città ed è divenuto negli anni un polo di eccellenza nel campo della ricerca scientifica a livello internazionale.

Share
Read more

Castellammare del golfo

Castellammare del golfo

La cittadina sorge alle pendici del complesso montuoso di Monte Inici e dà il nome all’omonimo golfo prospiciente il castello, delimitato a est da capo Rama e a ovest da capo San Vito. Nasce come Emporium Segestanorum (porto della vicina Segesta), il luogo, cioè, dove gli Elimi – antico quanto misterioso popolo – esercitavano i loro commerci con le navi straniere. Furono gli Arabi che connotarono il centro – ribattezzato Al Madarig, ovvero “gli scalini”, forse dalla montagna che sovrasta l’abitato – come una roccaforte, resa inespugnabile con la costruzione del fortilizio e come polo di grande importanza commerciale, con l’insediamento della tonnara e del caricatore. Oggi Castellammare, grazie ad un patrimonio di valore inestimabile, costituito dalla straordinaria bellezza naturalistica delle sue coste e del suo immeddiato entroterra, si è giustamente proposta come importante polo di attrazione turistica che molto può offrire ai suoi visitatori.

La spiaggia bianca di ciotoli a Baia di Giudaloca prolunga lo sviluppo costiero, a forma di anfiteatro, del Golfo di Castellammare. Il golfo, che si estende da Capo San Vito a Capo Rama ai piedi dei declivi rocciosi che ne definiscono la visuale a sud, ospita l’omonima cittadina. Le sue principali attività sono legate alla posizione e allo sviluppo del porto che sorge nel luogo dell’antico emporium segestano. In età medievale la città si è sviluppata intorno al Castello Arabo – Normanno, il primo nucleo del centro storico, ancora oggi riconoscibile, collegato originariamente all’abitato da un ponte levatoio. Il castello oggi è stato restaurato, e non soltanto in senso fisico: dell’antica struttura è stato restaurato il concetto di “protezione”, l’idea della “salvaguardia” che adesso, abbattendo ogni ponte levatoio immaginario, si apre al mondo esterno svelando la natura generosa di un’intera cittadina: oggi il maniero è un Polo Museale con il compito di tramandare “La Memoria del Mediterraneo”. Al suo interno, per iniziare, si può visitare il Museo dell’Acqua e dei Mulini.

Tra Castellammare del Golfo e San Vito lo Capo i declivi collinari che degradano fino al mare, in una miriade di piccole baie, annunciano l’inizio della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro. Lo Zingaro ha una superficie di 1650 ettari, una fascia litoranea di circa 7 Km, formata da una costa rocciosa di calcari del Mesozoico, intercalata da numerose calette e caratterizzata da strapiombanti falesie che da un’altezza massima di 913 mt. (Monte Speziale) portano rapidamente al mare. Il paesaggio subacqueo è un continuo susseguirsi di colori e forme. Si comincia dalla sponda dove l’impatto del mare si fa tumultuoso e si adorna del Lithophyllum tortuosum un’alga rossa intricatissima e sfrangiata.

Festa della patrona Maria SS. del Soccorso il 21 Agosto. Rievocazione Storica “Nostra Principalissima Patrona” dell’intervento prodigioso di Maria SS. del Soccorso in favore della città di Castellammare avvenuto il 13 luglio 1718.

La cittadina sorge alle pendici del complesso montuoso di Monte Inici e dà il nome all’omonimo golfo prospiciente il castello, delimitato a est da capo Rama e a ovest da capo San Vito. Nasce come Emporium Segestanorum (porto della vicina Segesta), il luogo, cioè, dove gli Elimi – antico quanto misterioso popolo – esercitavano i loro commerci con le navi straniere. Furono gli Arabi che connotarono il centro – ribattezzato Al Madarig, ovvero “gli scalini”, forse dalla montagna che sovrasta l’abitato – come una roccaforte, resa inespugnabile con la costruzione del fortilizio e come polo di grande importanza commerciale, con l’insediamento della tonnara e del caricatore. Oggi Castellammare, grazie ad un patrimonio di valore inestimabile, costituito dalla straordinaria bellezza naturalistica delle sue coste e del suo immeddiato entroterra, si è giustamente proposta come importante polo di attrazione turistica che molto può offrire ai suoi visitatori.

La spiaggia bianca di ciotoli a Baia di Giudaloca prolunga lo sviluppo costiero, a forma di anfiteatro, del Golfo di Castellammare. Il golfo, che si estende da Capo San Vito a Capo Rama ai piedi dei declivi rocciosi che ne definiscono la visuale a sud, ospita l’omonima cittadina. Le sue principali attività sono legate alla posizione e allo sviluppo del porto che sorge nel luogo dell’antico emporium segestano. In età medievale la città si è sviluppata intorno al Castello Arabo – Normanno, il primo nucleo del centro storico, ancora oggi riconoscibile, collegato originariamente all’abitato da un ponte levatoio. Il castello oggi è stato restaurato, e non soltanto in senso fisico: dell’antica struttura è stato restaurato il concetto di “protezione”, l’idea della “salvaguardia” che adesso, abbattendo ogni ponte levatoio immaginario, si apre al mondo esterno svelando la natura generosa di un’intera cittadina: oggi il maniero è un Polo Museale con il compito di tramandare “La Memoria del Mediterraneo”. Al suo interno, per iniziare, si può visitare il Museo dell’Acqua e dei Mulini.

Share
Read more

Trapani

Trapani

Trapani Best Bestination

Trapani is a superb place for your wonderful holidays, Wheater is blessed by God.

Situated between the sea and Mount Erice, the ancient Drepanon on the west-coast of Sicily, was the site of a crushing Roman defeat by the Carthaginians, in 249 BC. Erice (Eryx).

Today Trapani is a modern medetirranean fascinating city, a perfect base for a perfect holiday or a beach vacation rental and ideal to explore the most beautiful nearby destinations as:

The marvelous Egadi Islands The medieval atmosphere of Erice The ancient Hellenistic Segesta The wild and beautiful Zingaro nature reserve

Trapani Apartments run self catering accommodations, villas  or apartments to rent Ideal for 2/4 people or up to 8 people

Apartments  have been refurbished in 2013 with the addition of a new bathroom, kitchen, heating and air-conditioning.

This 4 sleeps apartment is extremely convenient: located Old Town Trapani and yet within walking distance from the beach.

the apartment is situated in a very central and quiet position, in the center of the old Trapani town, close to the Trapani port and the Terminal to Egadi Island. Waterfront Located

Set on the western most tip of Sicily, Trapani has both a commercial port and an airport.

Trapani can be reached also through both Palermo port and international airport, which is connected to several European capitals.

Share
Read more

S.Vito Lo Capo

S.Vito Lo Capo

bbbbb

Share
Read more

Zingaro Reserve

Zingaro Reserve

Through these web pages we will tell you the fascination and the beauty of the first natural oriented reserve.

The sharp line of Dolomitic calcareous rocks which form the Reserve extends, in the western part, from the Gulf of Castellammare, along the eastern side of Capo San Vito peninsula that is on the Tirreno sea between Castellammare del Golfo and Trapani.

The territory of the reserve starts from Cala Mazzo in Sciacca up to Tonnarella Dell’Uzzo and it extends mostly in the town of San Vito Lo Capo and only in part in that of Castellammare del Golfo.

Through these web pages we will tell you the fascination and the beauty of the first natural oriented reserve.

The sharp line of Dolomitic calcareous rocks which form the Reserve extends, in the western part, from the Gulf of Castellammare, along the eastern side of Capo San Vito peninsula that is on the Tirreno sea between Castellammare del Golfo and Trapani.

The territory of the reserve starts from Cala Mazzo in Sciacca up to Tonnarella Dell’Uzzo and it extends mostly in the town of San Vito Lo Capo and only in part in that of Castellammare del Golfo.

Through these web pages we will tell you the fascination and the beauty of the first natural oriented reserve.

The sharp line of Dolomitic calcareous rocks which form the Reserve extends, in the western part, from the Gulf of Castellammare, along the eastern side of Capo San Vito peninsula that is on the Tirreno sea between Castellammare del Golfo and Trapani.

The territory of the reserve starts from Cala Mazzo in Sciacca up to Tonnarella Dell’Uzzo and it extends mostly in the town of San Vito Lo Capo and only in part in that of Castellammare del Golfo.

Share
Read more

We are sorry, there are no reviews yet for this tour.